Parliamo di... rotopresse Gallignani a camera variabile

La nuova generazione di rotopresse Gallignani a camera variabile GV 416 S Line, GV 418 S Line, GV 516 ProLine e GV 520 ProLine, grazie a un pick up da 2 a 2,20 mt di elevata capacità, riesce a raccogliere e sollevare anche i foraggi più corti.

Le rotopresse GV416 e GV418 S Line formano balle del diametro da 1,2x0,8-1,65 a 1,85 con due diverse densità, mentre la serie GV516 e GV520 ProLine formano balle del diametro da 1,20x0,6-1,65 a 2,00 con tre diverse densità.

Il pick up presenta alcune caratteristiche uniche sul mercato, come le cinque barre portadenti singole e una rotazione a elevata velocità, che consentono un rastrellamento perfetto anche con foraggi difficili da raccogliere. Il rullo pressatore agevola l’ingresso del prodotto anche se si procede ad alta velocità.

Il sistema di taglio Super Cut 25 taglia il foraggio sino a 40 mm, con un taglio corto e molto preciso, garantisce la produzione di balle dense e compatte evitando così passaggi di aria che potrebbero danneggiare la qualità del prodotto da portare in stalla.

L’agricoltore può scegliere se utilizzare 25,13,12 o 6 coltelli o addirittura nessuno di questi per la massima flessibilità di lavoro.

Le rotopresse GV516 e 520 ProLine sono completamente Isobus compatibili cioè si possono collegare direttamente a qualsiasi trattore Isobus senza la necessità di un terminale aggiuntivo.

Il sistema di legatura di Gallignani, che è certamente uno dei più veloci sul mercato, si chiama Power Bind ed è a doppio braccio per garantire un’operazione molto veloce serrando entrambi i bordi della balla nello stesso tempo.

I modelli GV516 e GV520 ProLine montano il sistema esclusivo denominato Intelligent Density 3D  che offre la possibilità di scegliere tra 3 tipi di diversa densità della balla a seconda dello stato di umidità del foraggio da lavorare.

 
 
 

Se si lavora su paglia secca con il 10% di umidità, si imposta la macchina con la massima pressione, se si opera con il fieno al 30% di umidità, si realizza una balla con il cuore tenero per farla respirare, aumentando gradualmente la pressione verso l’esterno della balla. Se si opera con insilato umido al 60% di umidità, la pressione viene ridotta al centro della balla e nelle zone intermedie.

News Prodotti